Verbali

Riunione del 21 - 12 - 2015 dalle ore 16,30 alle 18,30 presoo IC Via Palombini - Roma

Presenti: I. C. “Piazza Gola”, Clelia Conti; I. C. “ I. C. “Falcone Borsellino”, Lella Di Leo; I.C.“G. Palombini”, Leda Tripodi e Cervati; I.T.T. “Livia Bottardi”, Laura Falaschi; Associazione “Pensiamo al futuro”, Anton Maria Giorgi e Gabriella Zampilloni; Associazione “Nuovi Percorsi”, Patrizia Paglia; Assessore alle Politiche Scolastiche del Municipio Quarto Roma Capitale: Paolo De Paolis

O. d. g:

  1. organizzazione attività conclusiva a.s. 2014/15;
  2. organizzazione e programmazione a.s. 2015/16;
  3. sito rete; 4)
  4. varie ed eventuali.

La professoressa Paglia introduce la discussione, evidenziando i diversi problemi della Rete e soprattutto la mancanza dei rappresentanti della scuola capofila I.C. Perlasca.

I presenti concordano sulla volontà di portare avanti il progetto e le attività della Rete e l’assessore prof. De Paolis suggerisce di rimodulare la Rete Tiburtina - Collatina sulla base delle nuove situazioni che si sono create. Prospetta anche la possibilità di un incontro del Quarto Municipio Roma Capitale con la Rete per confermare il patrocinio e valorizzare le esperienze positive all’interno del Municipio stesso.

Si discute quindi inizialmente delle attività dell’anno in corso. Si concorda che il tema dell’anno è IL VIAGGIO.

La prof.ssa Paglia afferma di voler tentare con la Prof.ssa Zampilloni di partecipare ad un bando della “Unione Cristiana Evangelica Battista d’Italia”, che grazie alla legge 222/85 stanzia dei fondi per attività culturali, e di presentare un progetto sul tema del viaggio e della migrazione. Si discute insieme sul titolo e viene scelto “Il ponte: vedere gli invisibili”. La prof.ssa Falaschi dichiara di aver già contemplato nell’ambito del progetto La Scuola Adotta un Monumento del suo Istituto la creazione di un gruppo di lavoro che si occupi del tema della migrazione. Esso verrà affrontato dai docenti trasversalmente, in classi diverse del triennio ed in relazione a diversi ambiti disciplinari, e prevede come prodotto finale la realizzazione di un video da parte degli studenti che si impegneranno ad approfondire le tematiche del progetto anche in orario extracurriculare. Segnala anche la possibilità di far vedere agli studenti lo spettacolo di Gaia Spera sul tema della migrazione, particolarmente interessante in quanto riesce a coniugare vicende individuali a dati reali e vede la presenza di un’opera d’arte contemporanea dal forte contenuto simbolico nella scenografia. Sottolinea che l’I.T.T. “Livia Bottardi” ha scelto di adottare nuovamente il Parco ed il Casale della Cervelletta perché il Casale seicentesco è stato chiuso e versa in cattive condizioni strutturali. Inoltre la torre medioevale, intorno a cui si è articolato, nata come torre di avvistamento e difesa contro gli invasori stranieri nell’ambito di un sistema di torri della zona di Roma est, e la vicinanza di tutta quest’area protetta con il campo Rom offrono la possibilità di dare un taglio diverso al lavoro in stretta attinenza alle
problematiche sociali attuali poichè consentono di affrontare il tema degli altri e la condizione di estremo degrado in cui versa tutta la zona intorno. A questo proposito, la prof.ssa Paglia comunica che si stanno raccogliendo firme per il riconoscimento dei Rom e della loro lingua come minoranza linguistica. Fa presente che ha anche un breve filmato, “Cuore di Cupa”, realizzato da Alessia Marzi sull’esperienza di volontariato dell’estate 2015 e di essere disposta a darlo alle scuole per farlo vedere agli alunni.

Si conferma da parte di tutti i presenti la volontà di continuare l’esperienza degli itinerari in archeobus e delle visite ai monumenti adottati, come al solito spiegati dagli studenti delle varie scuole della Rete che faranno da “guide” nel mese di aprile, in relazione alle manifestazioni promosse dal Comune per il Natale di Roma. Si concorda, infine, di tenere la prossima riunione possibilmente presso il Quarto Municipio.

Per quanto riguarda l’aggiornamento del sito web della RETE, la prof.ssa Zampilloni si raccomanda di controllare le notizie riguardanti le varie scuole e di inviarle le eventuali modifiche da apportare: indirizzi, telefoni, e-mail, nomi dei referenti ecc.

Visto il numero elevato di iniziative e la mancanza di alcune scuole, i presenti decidono di impegnarsi in modo particolare solo sulle attività da realizzare nell’anno in corso e di rimandare successivamente la programmazioni degli altri due anni del progetto la “Scuola Adotta Un Monumento”.

Alle ore 18,30 la seduta è tolta.

Prof. ssa Patrizia Paglia

 

 

 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso.